Ludopatia: quando il gioco non è più un gioco

Il Centro Astoria sostiene le politiche per un gioco responsabile.
I giochi di abilità o di azzardo potenzialmente non creano giocatori patologici: eppure qualche volta può accadere, raramente ma è possibile.
E’ importante conoscere i sintomi per poter adottare le misure atte a reagire nel modo più adeguato ai primi sospetti di possibile dipendenza dal gioco. Il Centro Astoria offre giochi per regalare momenti di divertimento e sostiene le politiche atte a controllare gli abusi che possono in qualche modo sviluppare forme di dipendenza, come per quei giocatori che giocano esclusivamente per vincere denaro o per recuperare le somme perse: il gioco deve essere una forma di intrattenimento.
I ludopatici credono di essere particolarmente fortunati, di possedere doti speciali o che il loro destino stia per cambiare e questi sono atteggiamenti negativi che esulano dal piacere di divertirti, così il rischio è di entrare in una sorta di circolo vizioso, nel quale le scommesse possono diventare sempre più elevate perchè tese al recupero di somme ingenti perse o in una aspettativa assolutamente aleatoria di fortuna che gira.

Come riconoscere la ludopatia

-Trascuri spesso la tua famiglia per poterti dedicare al gioco?
-Passi più tempo giocando di quanto non avessi inizialmente programmato o non avessi intenzione di fare, ignorando così altri impegni o responsabilità?
-Litighi spesso con il/la tuo/a partner perché investi troppo tempo e soldi nel gioco? Hai la sensazione di non riuscire a limitare il gioco o addirittura di non poter smettere di giocare?
-Giochi puntando denaro di cui la tua famiglia necessita per pagare l’affitto/il mutuo, la scuola/l’università, le cure mediche, gli alimenti, i vestiti o il riscaldamento?
-Hai la sensazione di dover giocare per poter stare insieme a persone che ti capiscono?
-Quando sei con la tua famiglia, lavori o sei in compagnia, pensi continuamente alla tua prossima partita o alla tua prossima scommessa?
-Vedi il gioco come una possibilità di guadagno?
-Cerchi di giocare anche durante l’orario di lavoro pur sapendo che ciò potrebbe costarti il licenziamento?

Se hai risposto “Sì” ad una delle domande sopra elencate ti consigliamo di reagire subito PRIMA che la situazione si trasformi in un problema più grave. Ci sono molte organizzazioni che ti possono aiutare a riprendere il controllo della situazione:

S.O.S. Gioco
www.sosgioco.it
Tel.: 800 144 786

Associazione Giocatori Anonimi
www.giocatorianonimi.org
Tel.: 3381271215
E-mail: gaitalia_1999@yahoo.it

Se hai un amico o un parente affetto da ludopatia puoi rivolgerti a:
Gam-Anon Italia
www.gamanonitalia.org
Tel.: 3404980895
E-Mail: info@gamanonitalia.org

Vuoi più informazioni? Puoi consultare il sito GIOCA RESPONSABILE e fare un test di autovalutazione: clicca sul link e potrai utilizzare lo strumento scientifico sull’analisi dei comportamenti di gioco eccessivi e patologici.